Tagliamo le spese inutili

Pubblicato: giugno 26, 2010 in Politica Regionale

La partecipazione del Governatore del Molise al National Prayer Breakfast a Washington, evento di preghiera organizzato da un’organizzazione evangelica americana:  ritorno economico per la regione Molise = zero;  spese a carico della Regione Molise (e dei contribuenti molisani) = migliaia di euro.

Può la regione più piccola d’Italia, con un debito sanitario altissimo che è vicino al miliardo di euro e continua a crescere, e con un economia in crisi e senza prospettive di sviluppo, da una parte tagliare i servizi fondamentali (sanità, istruzione, trasporti pubblici) e chiedere ai cittadini di pagare tasse altissime, con tutte le aliquote al massimo e con le addizionali anche sulla benzina, e dall’altra spendere quasi il doppio della Lombardia in spese di rappresentanza?

 Ogni anno la regione Molise spende circa 1 milione di euro per mantenere i rapporti con i molisani nel mondo, spesi in parte per finanziare viaggi del presidente della giunta, consiglieri, assessori, assistenti in Argentina, Australia, Belgio, etc.; viaggi che non hanno prodotto alcun ritorno evidente per l’economia o la crescita della regione. Il buon senso vorrebbe che si cercasse di ridurre allo stretto necessario le delegazioni, si ponessero dei tetti alle spese ed ai rimborsi e si facessero solo viaggi utili per creare un ritorno in termini di sviluppo del territorio, magari collaborando con altre regioni.

 E’ inammissibile che la nostra regione invece di destinare i fondi disponibili ad interventi per lo sviluppo dell’economia e delle infrastrutture, per le politiche di assistenza sociale, insomma per i servizi ai cittadini e per interventi lungimiranti che possano gettare le basi per la crescita del nostro territorio, spenda milioni di euro per sostenere un apparato politico gigantesco; quando la politica regionale potrebbe funzionare benissimo senza tanti privilegi e tanti sprechi, e con molte meno persone.

 Nel consiglio regionale del 29 giugno è calendarizzata la discussione della mozione presentata dal consigliere del Partito Democratico Michele Petraroia per chiedere di tagliare le commissioni consiliari straordinarie, per chiedere che non ci siano assessori esterni (che in pratica equivalgono a quasi 10 consiglieri regionali in più), per ridurre le indennità dei consiglieri e chiudere le sedi della regione a Roma e Bruxelles. Ci auguriamo che il punto venga posto ai primi punti dell’ordine del giorno, affinché possa esserci una approfondita discussione ed una convergenza del consiglio regionale su provvedimenti che possono far risparmiare al bilancio della regione (ed alle tasche dei cittadini molisani) almeno 5 milioni di euro.

 Repubblica TV ha realizzato un video relativo alle spese degli enti locali per il “turismo istituzionale”, dal minuto 9 circa parla nello specifico dei viaggi all’estero della Regione Molise.

Il Comunicato stampa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...