Per la giustizia e la libertà di stampa

Pubblicato: giugno 3, 2010 in Politica Nazionale

Dopo essere passata in secondo piano a causa della legge sul processo breve oggi il ddl sulle intercettazioni è tornato al Senato per essere discusso.

Sembra che il governo voglia fare un primo passo indietro, con il ritorno nel testo della dicitura “gravi indizi di reato” quale presupposto necessario per l’attivazione delle intercettazioni al posto degli “evidenti indizi di colpevolezza”; questi ultimi avrebbero in sostanza reso inutili le intercettazioni, dato che per disporle era necessario avere già prove della colpevolezza della persona da intercettare. I problemi non sono assolutamente risolti in quanto, rimane invariato nel testo che quasi certamente il Senato approverà il fatto che a disporre le intercettazioni non sarà più il G.I.P., bensì, il Tribunale in composizione collegiale del capoluogo del distretto. Ciò con un evidente spreco di tempo e un conseguente aumento esponenziale di fughe di notizie. Si arriva al paradosso che, dopo l’approvazione della legge, per i magistrati sarà più facile disporre la custodia cautelare in carcere, un periodo di privazione della libertà personale, che non un’intercettazione.

Il testo licenziato dalla commissione afferma che i media non potranno pubblicare le intercettazioni ordinate e raccolte dai p.m. che conducono le inchieste, e neppure il contenuto degli atti, con l’eccezione delle richieste e delle ordinanze di custodia cautelare, fino all’Udienza preliminare, con multe fino ad € 64.000,00 per gli editori che dovessero violarlo; senza ancora meglio precisare che cosa accadrà ai giornalisti, alla faccia del diritto di cronaca tutelato dalla Costituzione. Con buona pace del diritto ad essere informati!

In questa fase, tra gli scandali sulla Protezione Civile e qualche casa regalata all’insaputa di un ministro, crediamo che la priorità del paese non fosse la limitazione delle intercettazioni, quanto piuttosto la lotta alla corruzione ed all’evasione fiscale.

Versione integrale del nostro comunicato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...