Acqua… pubblica

Pubblicato: novembre 20, 2009 in Politica Nazionale

Ieri abbiamo assistito all’ ennesima forzatura compiuta dal governo Berlusconi, che ha imposto il voto di fiducia su un provvedimento non urgente e che invece avrebbe necessitato di una aperta discussione in parlamento  e tra i cittadini.
Non e’ possibile intervenire per decreto su ogni materia, tanto piu’ per quanto riguarda i servizi essenzali per la vita dei  cittadini, come la gestione delle risorse idriche.

L’articolo 15 del DL 135 approvato ieri, sulla base di quanto approvato gia’ lo scorso anno con la legge 133, obbliga i comuni a cedere ai privati parte delle societa’ di gestione dei servizi pubblici locali, tra cui rifiuti  e la gestione dell’acqua. Sicuramente era necessario migliorare l’erogazione dei servizi pubblici da parte degli enti locali e ridurre gli sprechi (basti pensare alle perdite degli acquedotti in tante parti del nostro paese), ma sarebbe stato necessario discutere sulle modalita’ per conseguire questi obiettivi e non imporlo per fiducia. E poi, perche’ una gestione privata dovrebbe assicurare a tutti i cittadini piu’ diritti di una gestione pubblica delle risorse ?

L’acqua e’ un bene fondamentale per i cittadini e la sua gestione deve rimanere pubblica, introdurre una sua privatizzazione senza un dibattito nel paese e’ un furto fatto a tutti gli italiani, che quasi sicuramente provochera’ aumenti delle tariffe a carico dei cittadini.

Campobasso, 19/11/09

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...