I nostri emendamenti al Bilancio 2009

Pubblicato: gennaio 6, 2009 in Giovani, Politica Regionale

Il 30 dicembre sono state approvate dal Consiglio Regionale la legge finanziaria 2009 e il bilancio 2009 della Regione Molise.

Insieme al consigliere Petraroia abbiamo presentato 3 emendamenti al bilancio, per aumentare di 1.600.000€ i fondi destinati al Diritto allo Studio, sottraendo fondi alle inutili spese di rappresentanza e alle consulenze esterne della regione. Il consiglio regionale ha respinto i nostri emendamenti, evidentemente hanno preferito salvaguardare i fondi per le auto blu e le loro inutili fondazioni piuttosto che aiutare gli studenti meritevoli!

Abbiamo anche presentato un ordine del giorno, approvato all’unanimità, che obbliga la giunta a rivedere la legge regionale che ha istituito l’Ente per il diritto allo Studio Universitario, partendo da alcune proposte di modifica contenute nell’o.d.g. .La Legge n.1/95  e la Legge n.1/95 con i nostri emendamenti

Il testo degli emendamenti e dell’ ordine del giorno

La tabella delle uscite del bilancio 2009 e la legge finanziaria 2009

 […] Qualora le nostre proposte fossero accolte dalla giunta e dal consiglio regionale:

  • in tutte le sedi di studio sarebbe garantito un servizio mensa a tariffe agevolate;

  • i vincitori di borse di studio avrebbero degli sconti per l’acquisto di biglietti o abbonamenti per i servizi di autobus e treni;

  • tutti gli studenti idonei a ricevere un alloggio avrebbero diritto ad un alloggio nelle case dello studente a Campobasso, Isernia o Termoli, o qualora non ci siano posti liberi, ad un contributo per pagare l’affitto;

  • nel caso in cui le sedi universitarie siano distanti dalle fermate di autobus e treni, l’ESU garantirebbe un servizio di collegamento a tariffe agevolate con orari compatibili con le attività accademiche;

Inoltre:

  • tutte le biblioteche rimarrebbero aperte per almeno 12 ore continuative ogni giorno;

  • sarebbero elargite delle borse di studio agli studenti idonei alla concorso per la borsa di studio regionale che partecipino ad un programma di mobilità internazionale (Erasmus);

  • tutte le aule multimediali sarebbero coperte da reti wifi, per la connessione gratuita ad internet;

 […]   Come affermato dal Magnifico Rettore Giovanni Cannata, l’Unimol è un’università giovane, con il 52% degli studenti che proviene da famiglie medio-basse (una media molto alta se si considera che a livello nazionale questa cade al 42%) . In questo contesto, la nostra proposta al consiglio è stata quella di dare un qualcosina in più agli studenti meritevoli, che scelgono la nostra regione per studiare e che contribuiscono con le loro capacità alla crescita del nostro Ateneo… purtroppo la maggioranza ha scelto di spendere quei soldi per le consulenze, le auto-blu, le spese di rappresentanza e gli stipendi degli assessori esterni.

Il comunicato stampa in versione integrale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...