Giornata del Ricordo o dell’opportunismo?

Pubblicato: febbraio 9, 2008 in Giovani, Politica Nazionale

Questa mattina, davanti al liceo classico e scientifico di Campobasso e al liceo scientifico di Termoli, degli esponenti del movimento giovanile di Alleanza Nazionale molisano, Azione Giovani, hanno distribuito dei volantini e degli opuscoli riguardanti il tema delle Foibe.

 

Il 10 febbraio, infatti, è la Giornata del Ricordo, istituita per commemorare le migliaia di persone uccise in Istria durante l’affermazione del regime di Tito, eliminate per vari motivi: vendicarsi di nemici personali, magari per ottenere un immediato beneficio patrimoniale; dominare e terrorizzare la popolazione italiana delle zone contese; eliminare gli oppositori politici e i cittadini italiani che si opponevano (o avrebbero potuto opporsi) alle politiche del Partito Comunista Jugoslavo di Tito

 Questa oscura pagina della storia è stata spesso ignorata, e le parole del Presidente della Repubblica, Napolitano, sono molto chiare:

 « … va ricordato l’imperdonabile orrore contro l’umanità costituito dalle foibe (…) e va ricordata (…) la “congiura del silenzio”, “la fase meno drammatica ma ancor più amara e demoralizzante dell’oblio”. Anche di quella non dobbiamo tacere, assumendoci la responsabilità dell’aver negato, o teso a ignorare, la verità per pregiudiziali ideologiche e cecità politica, e dell’averla rimossa per calcoli diplomatici e convenienze internazionali. » 

Il tema del ricordo è un tema fondamentale per la costruzione della società del domani, in quanto siamo indissolubilmente legati alla storia, di cui siamo figli, ma allo stesso tempo artefici.Tuttavia, c’è bisogno di dare il giusto peso alle cose e di non strumentalizzare determinati avvenimenti con l’intento di offuscarne altri. 

Il fatto che Azione Giovani abbia cercato di sensibilizzare gli studenti riguardo alle Foibe è encomiabile. Certo, avremmo gradito che Azione Giovani, nella sua azione storicista, avesse distribuito anche il 27 gennaio dei volantini. Volantini sull’olocausto.  Il 27 gennaio, infatti, è la Giornata della Memoria, dedicata alle vittime della Shoah. Avremmo gradito, pertanto, che Azione Giovani esprimesse le proprie idee anche riguardo alle vittime ebree del Nazi-fascismo, dal momento che è un fatto ormai assodato che durante molte –ma sì, chiamiamole così- adunate, alcuni dei giovani di tale movimento sventolino bandiere recanti simboli quali croci celtiche o svastiche. Simboli che non ci sembrano richiamare ideali di uguaglianza e di libertà, tantomeno di tolleranza.

 Allora ci chiediamo: fino a che punto questa attenzione per il ricordo delle Foibe è disinteressata?  

Non è forse un modo per giustificare o depotenziare la tragica portata storica della Shoah?

Noi della Sinistra Giovanile riteniamo che non si possano selezionare i fatti storici, a seconda dei propri interessi.                                             La storia è universale, e universalmente va accettata e tramandata. Dalle vittime del Nazi-fascismo alle vittime del Bolscevismo russo, dalle vittime del titoismo a quelle della Spagna franchista.  

L’atteggiamento assunto da Azione Giovani e da molti politici italiani porta ad una svalutazione del genocidio degli ebrei. Si potrà obiettare che della Shoah se ne parla già abbastanza, finanche troppo.  Evidentemente non è così, come dimostra la recente scoperta del blog che indicava tutti i professori ebrei italiani, organizzatori di un presunto “complotto sionista”.

Se il ricordo e la memoria servono a non ripetere gli errori del passato, allora la strada da compiere è ancora lunga. E di certo atteggiamenti di selezione storica o di revisionismo, come quello di Azione Giovani, non sono utili lungo il cammino della coscienza storiografica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...